1) Minori oneri per la costituzione:adesso non vi sono diritti e bolli camerali da pagare, per i 4 anni di permanenza nel registro

2) Rinvio a nuovo delle perdite di esercizio: possibilità di usufruire di un ulteriore esercizio per il riporto delle perdite

3) Governance delle start-up innovative costituite in forma di s.r.l.: possibilità di emettere strumenti finanziari e possibilità di utilizzare il cosiddetto “work for equity”;

4) Remunerazione con strumenti finanziari: es. stock options

5) Rapporti di lavoro subordinato: contratti a tempo determinato di più semplice attuazione, credito di imposta per ricerca e sviluppo;

6) Incentivi all’investimento in start-up innovative: detrazione fiscale del 19% o deduzione del 20% (società) per investimenti nelle startup, con limitazioni però per i soggetti che possiedono più del 30% di quote;

7) Raccolta diffusa di capitali di rischio tramite portali online (cd. crowdfunding)

8) Sostegno all’internazionalizzazione

9) Gestione della crisi nella start-up innovativa e attività di controllo: non si applica la disciplina delle procedure concorsuali (fallimento)

LA NORMATIVA

I REQUISITI

I VANTAGGI